NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici, previo tuo consenso. Se vuoi saperne di più clicca sul link privacy in basso della pagina. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Clicca sulla Privacy in basso per maggiori informazioni. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Tumore al polmone - Lega Tumori sezione di Lucca

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici, previo tuo consenso. Se vuoi saperne di più clicca sul link privacy in basso della pagina. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Clicca sulla Privacy in basso per maggiori informazioni. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici, previo tuo consenso. Se vuoi saperne di più clicca sul link privacy in basso della pagina. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Clicca sulla Privacy in basso per maggiori informazioni. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
Get Adobe Flash player

Newsletter



Ricevi HTML?

Indietro

Il fumo di sigaretta è la causa principale del tumore polmonare.

Statisticamente il rischio relativo di un fumatore di ammalarsi di un cancro al polmone rispetto ad un non-fumatore è di 10:1 e tale rischio aumenta a 20:1 se si fumano più di 40 sigarette/die.

Anche l’esposizione al fumo passivo aumenta il rischio di sviluppare un carcinoma polmonare di circa il 30%. Non bisogna trascurare il rischio derivante dall’esposizione ambientale a particolari sostanze quali radon, amianto, arsenico, cromo, silice e nichel, alle quali sono maggiormente esposte alcune categorie professionali.

Un certo ruolo è svolto anche dall’inquinamento atmosferico.


Visite